articoli

Tutti i post nella categoria articoli

4°libro ed ebook: dove si acquistano

Pubblicato 18 marzo 2013 da Giada Bevicini

Il 4° libro a breve sarà acquistabile ordinandolo in qualsiasi libreria, (il cartaceo). Per adesso da http://www.edizionidelfaro.it/libri/sei-il-mio-respiro . Per chi volesse la versione ebook, dal costo inferiore, per adesso lascio questi link e via via si potrà trovare nella maggior parte degli store online.

http://www.ultimabooks.it/sei-il-mio-respiro

http://www.ebook.it/Autori/B/Giada_Bevicini.html

http://www.bookrepublic.it/books/subjects/romanzi-rosa/

http://www.lafeltrinelli.it/products/9788865379714/Sei_il_mio_respiro/Bevicini_Giada.html

Grazie,

Giada.

Mio tariffario per articoli

Pubblicato 20 febbraio 2013 da Giada Bevicini

 RETRIBUZIONE A PARTIRE DA UN MINIMO DI 0,01 CENT/EURO A PAROLA PER GLI ARTICOLI E A PARTIRE DA 0,02 CENT/EURO A PAROLA PER LE TRADUZIONI, (FRANCESE ED INGLESE). PER ARTICOLI SCRITTI INTERAMENTE IN LINGUA, (FRANCESE O INGLESE), 0,03 CENT/EURO A PAROLA. 0, 01 CENT/EURO INVECE A PAROLA PER LA REVISIONE DI ARTICOLI DA RISCRIVERE, MENTRE PER IL SOLO EDITING, (LETTURA E CORREZIONE DI QUESTI), 0,005 CENT/EURO A PAROLA.

Web writer e guadagni

Pubblicato 20 luglio 2012 da Giada Bevicini

Quello che voglio proporvi quest’oggi è un articolo riguardante sempre il lavoro di web writer, ma cosi come questo, anche molti altri lavori, che propongono però lo stesso problema: i guadagni.

Quanto guadagna un web writer? Dipende!

Dunque, prima di tutto c’è da suddividere l’articolista o quello che ritiene di essere insomma, di tipo occasionale, da quello che come me lo fa come un vero e proprio lavoro. Perché chi lo fa occasionalmente spesso si accontenta e tirando un po’ le somme tutto sommato ci sta anche. Mentre chi lo fa di mestiere ed è magari un professionista del settore, o comunue ha una certa esperienza e fa bene il suo lavoro, spesso non ci sta.

Perché?
Perché l’offerta punta sempre al ribasso e ciò è dovuto soprattutto al fatto che c’è gente che purtroppo, vista anche la crisi economica in ci verte il nostro paese, si accontenta letteralmente di ciò che prende, anche dovesse prendere 0,50 cent/euro per un articolo da 200 parole. Una vergogna, che io non ho MAI accettato e mai farò. Il minimo sindacale resta sempre 0,01 cent/euro a parola ed è già il minimo indispensabile, anche troppo troppo poco per un buon lavoro, fatto davvero bene. Se poi ci si aggiungono anche le traduzioni, la paga deve andare a salire, non rimanere sempre uguale. Purtroppo molti non sono disposti a non lavorare e si accontentano di quel poco che guadagnano pur di avere qualcosa, ma racimolare qualcosa, nel vero senso della parola, non si può definire un vero e proprio guaagno.

Cosa se ne fa un web writer professionista di 50 o 100 euro al mese? Insomma, parliamoci chiaro, non ci campi assolutamente!

Molti utilizzano Adsense, pubblicità, ma poi non le sanno neanche usare al meglio ed il rischio è sempre quello: NON SI GUADAGNA, o si guadagna ma molto poco.

Meglio lavorare di prorpio pugno su dei buoni articoli, fare pratica, tanta pratica certamente per avere più esperienza ed andare a crescere e cercare di farsi rispettare per il lavoro che si va a svolgere, un vero lavoro, uno a  tutti gli effetti.

Non accettate l’elemosina se siete in gamba insomma, ma puntate a qualcosa di più e non fatevi mettere i piedi in testa!

Articoli originali e non

Pubblicato 20 luglio 2012 da Giada Bevicini

Oggi voglio parlarvi di una storia triste. Gli articoli non originali, ossia, copiati. Purtroppo se ne leggono tanti con interi pezzi di frasi riprese da altri testi. Immaginatevi la disperazione di Dante se avesse saputo che qualcuno copiava La Divina Commedia! Lunga com’era, poi. Non si fa!

Dunque, a prescindere dal fatto che chi lo fa forse non ha idee e quindi non dovrebbe, se non è creativo, svolgere questo tipo di lavoro. In secondo luogo, copiare un articolo significa letteralmente rubare il lavoro degli altri, che magari ci hanno messo tanto sacrificio per scriverlo e si sono guadagnati due miseri soldini.
Ci sono comunque online molti strumenti oggi per analizzare un articlo e le sue frasi.

Io opterei sinceramente per non pagare l’articolo, se fossi un committnte, in caso anche solo una frase risultasse interamente copiata.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: